Risparmiare sulla spesa (prima parte)

La società in cui viviamo ci ha ormai abituati all'abbondanza. Non esiste più il risparmio come un valore, e difficilmente pensiamo a quanto effettivamente siamo fortunati. Si parla tanto di crisi - e in effetti non è che le cose in Italia funzionino esattamente come dovrebbero - ma ci si rende conto raramente del fatto che al giorno d'oggi, nella nostra fortunata parte di mondo, siamo al riparo da quelli che per millenni sono stati i problemi di ogni essere umano. Mangiamo ogni giorno più volte al giorno (anche più di quanto sarebbe necessario), abbiamo a disposizione più acqua di quanto potremmo mai avere bisogno per bere e lavarci, d'inverno non soffriamo per il freddo.

Certo, si parla ogni tanto dei "bambini africani" e ci si dice che poverini, loro non hanno da mangiare, però difficilmente ci si ferma e si riflette su come evitare gli sprechi nel nostro piccolo. Certo, diciamo, ciò che non sprechiamo non arriva magicamente da loro, e continuiamo a sprecare.

Può darsi però che con la crisi economica e la difficoltà di arrivare a fine mese torni di nuovo a diffondersi la cultura del risparmio. Se i valori etici non convincono abbastanza, una volta notato quanto effettivamente si può risparmiare con alcuni piccoli suggerimenti, si prenderà davvero la strada giusta.

Ma come è possibile risparmiare sulla spesa, fare del bene a noi stessi e anche all'ambiente allo stesso tempo?

1. Portati la busta della spesa da casa!

Quante buste inutili potremmo evitare di comprare se prendessimo l'abitudine di portarcene un paio sempre nella borsa o in macchina?

risparmiare-sulla-spesa-buste

A meno che non se ne faccia davvero uso in casa per qualche buon motivo, è meglio evitare: spesso le buste vengono spacciate per riciclabili e provocano danni al vero riciclo della plastica (che già non è che funzioni proprio bene nel nostro Paese!). Per la spazzatura è meglio usare dei veri sacchetti fatti apposta. Per la spesa ci si può procurare dei sacchetti di tela, che sono anche più resistenti.

2. Non sottovalutare il discount

Non necessariamente i prezzi bassi sono sinonimo di articoli di scarsa qualità. Soprattutto per quanto riguarda le catene multinazionali (per quanto questa parola alle nostre orecchie ispiri soltanto preconcetti negativi), i prezzi competitivi dipendono dalla maggiore efficienza nel packaging e nella distribuzione. Per quanto riguarda la produzione, spesso quella delle sottomarche di proprietà delle catene è affidata agli stessi fornitori delle marche più costose, che scelgono di coprire anche la fascia economica per non perdere inutilmente una buona fetta del mercato.

3. Non buttare i volantini dei supermercati

Chi di noi non riceve per posta montagne di pubblicità inutili che butta là per là? Prima di farlo controlla se ci sono volantini dei supermercati vicini. Comprando le cose in offerta si risparmia non poco, e quel poco di organizzazione degli acquisti che ne consegue porta alla disciplina, che è la migliore amica del risparmio! Fai attenzione però, perché i prodotti sui depliant non sono veramente sempre convenienti: a volte sono semplicemente lì perché sponsorizzati dalle aziende produttrici, e non hanno un effettivo prezzo più conveniente.

4. Scegli dove comprare cosa

Spesso e volentieri capita che nella nostra zona alcuni negozi abbiano la carne a poco prezzo, altri abbiano la pasta buona e la nutella in offerta, quello sotto casa ha solo le uova e il timo di cui non possiamo fare a meno. Separando gli acquisti con un minimo di organizzazione (e di forza di volontà) si può risparmiare parecchio. Non lasciarti ingannare dal fatto che su un pacco di sale puoi risparmiare solo una ventina di centesimi: dato che si tratta di acquisti che ripetiamo e ripetiamo anche per tutta la vita, l'accumulo di tanti piccoli risparmi fa veramente molta differenza anche nell'arco di un solo mese. Naturalmente è importante calcolare il costo della trasferta se ci si sposta in macchina. Se al contrario si va in giro in bici o a piedi, ben venga un po' di marcia in più!

risparmiare-sulla-spesa-bici

5. Risparmia portando sempre la lista della spesa

Abbiamo già detto che una buona organizzazione aiuta a risparmiare. e cosa c'è di più efficace per organizzare le spese della buona vecchia lista della spesa? Non è una cosa da principianti, o da mariti mandati tanto per fargli fare qualcosa! Una lista della spesa ben organizzata, e soprattutto rispettata, è il modo migliore per evitare gli acquisti impulsivi, che poi sono per la maggior parte inutili e costosi. Scrivi la lista per bene, come se fosse destinata a qualcun altro, e prendi nota di cosa acquisti di volta in volta, così da farti anche un'idea di quanto durano i vari prodotti, quali finiscono per scadere e quali puoi tagliare.

6. Lascia stare i piatti pronti

Prendi l'abitudine di bandire da casa tua roba precotta e preconfezionata che paghi a peso d'oro. Non soltanto il risparmio che si raggiunge cucinando da sé è enorme. Soprattutto, imparare a cucinare migliora la vita e permette alla propria personalità di evolversi: chi cucina da sé impara a darsi da fare un po' in tutti i campi. È quindi un grande risparmio sia in termini di soldi che di salute sul momento, che una dote e un beneficio per la salute a lungo termine.

risparmiare-sulla-spesa-prodotti-pronti

Evita quindi pizze pronte, prodotti precotti o surgelati, insalate in busta - tutte cose costosissime! Si può risparmiare quasi tutto il loro prezzo comprando gli ingredienti separatamente - e se eviterai anche biscotti, merendine e caramelle varie anche la salute ti ringrazierà.

7. Risparmia sulle bibite

Ancora più che per i cibi pronti, che possono far risparmiare (veramente pochissimo) tempo al momento di cucinare, sono da evitare assolutamente le bibite gassate! Anni e anni di marketing a tappeto ci hanno abituato a bevande dolci e frizzanti sempre più "fresche e dissetanti" ...basti pensare ai bar che ormai danno solo acqua ghiacciata, che in realtà fa molto male alla salute - ma non solo a lungo termine, con un bicchiere freddo di troppo si può anche morire sul colpo. Tendiamo ormai a dimenticare che queste bibite sono concentrati di zuccheri (o aspartame) e aromi, e che al mondo c'è soltanto una bevanda che disseti davvero: l'acqua!

8. Attenzione alle marche

Valuta sempre la qualità delle varie marche di un prodotto. Nel caso di beni utili ma non essenziali - tovaglioli, bagnoschiuma, candele per la casa. - a parità di caratteristiche è una buona idea optare per l'alternativa più economica. Questo discorso non può però essere sempre fatto anche per il cibo. Quando si tratta di cibo e in generale di prodotti che hanno un effetto diretto sulla salute, bisogna sempre informarsi e valutare la qualità, e tieni presente che l'equazione "sottomarca = scarsa qualità" non è sempre valida.

9. Risparmia facendo scorte

È una buona cosa fare scorte quando c'è un buon prezzo, ma quando si fa incetta per le offerte spesso ci si fa prendere la mano e la roba avanza. Assicurati quindi di prendere in quantità solo cose che durano. In questo modo si spende di più in una volta sola, e certo bisogna avere spazio a casa per tenere le scorte, però il risparmio è altissimo. Questo sia perché difficilmente poi si potrà comprare a scaglioni la stessa quantità a prezzi altrettanto bassi (nel caso dei beni che durano più di un anno, anche l'inflazione si fa sentire!), ma perché facendo la spesa una volta sola si minimizza anche il rischio di altri comprare altre cose "tanto per" - chi è che andando a comprare del tonno non torna a casa con questo e quest'altro?

Leggi anche la seconda parte della guida per altre idee per risparmiare sulla spesa!