La truffa dei servizi in abbonamento

Un tempo c'era virgola, che piaceva tanto ai bambini e molto meno agli adulti. 

Poi è venuto il tempo di Vladi con la suoneria delle tagliatelle o quella che ti chiama per nome, e anche lì le parodie sono state innumerevoli. E dato che oltre alle parodie erano venuti presto i primi problemi (assieme alle prime denunce di pubblicità ingannevole), presto le pubblicità hanno iniziato a specificare chiaramente che si trattava di servizi in abbonamento.

I servizi in abbonamento in TV

Passato il boom, si è tornati alle vecchie abitudini, e la TV si è popolata di "quiz" televisivi in cui si poteva vincere dai mille ai diecimila euro telefonando e rispondendo correttamente a domande come "chi conduce la vita in diretta?" (una domanda allora veramente scontata..). Oppure si buttano gli spot che reclamizzano servizi con contenuti "per giovani" come oroscopi o affinità di coppia. Questo tipo di truffa è ancora estremamente diffusa, quindi forse vale la pena spendere due parole al riguardo.

servizi-abbonamento-tv-quiz

Siamo subito chiari: ovviamente nessuno regala niente, tanto meno dopo aver sborsato un sacco di soldi per apparire in televisione quei dieci venti minuti. Uno spazio pubblicitario su una rete locale può tranquillamente costare più di diecimila euro, che in qualche modo chi occupa lo spazio pensa di far rientrare.

Chiunque dal televisore chieda di telefonare ha predisposto un numero a pagamento (spesso scandito maliziosamente come "sedici-sessanta..." o simili), che per due tre minuti di "conversazione" può addebitare una trentina di euro, e sicuramente ha altri bei piani per recuperare le spese. Non importa con quale pretesto o promessa, mai telefonare ai "numeri sovra impressione", anche se è "solo una televendita" (parleremo presto anche delle televendite...), a meno che non si stia cercando di telefonare a Magalli in trasmissione...

I servizi digitali

Il fenomeno si è evoluto e la sua ultima incarnazione è digitale. La truffa dei servizi di abbonamento su internet è di due tipi.

1. Con pretesti vari un sito vi spinge ad inserire un numero di telefono, vostro o altrui - per un certo periodo hanno spopolato i servizi del tipo "scopri i messaggi del tuo ragazzo!". Oppure più banalmente il sito cercherà di farvi mandare un sms ad un numero specifico, proprio come le pubblicità in televisione.

2. L'abbonamento al servizio avviene in maniera pressoché automatica o completamente non intenzionale, scatenato dal clic su uno dei tantissimi banner pubblicitari di cui vengono corredati smartphone e tablet navigando su siti e usando app più o meno spazzatura.

Una volta "sottoscritto" l'abbonamento, il servizio addebita i propri costi - tipicamente dai 5 euro in su a settimana - direttamente sul conto telefonico della vittima, col risultato che è difficile accorgersene prima che il conto sia stato prosciugato, magari due o più volte.

Ma chi c'è dietro i servizi in abbonamento?

Alle spalle ci sono aziende che forniscono contenuti - loghi, suonerie, immagini pornografiche - che hanno bisogno di un'azione da parte di un numero di telefono per abbonarlo. Gli utenti chiaramente forniscono i propri dati solo alla compagnia telefonica. Il problema è che alcuni operatori chiudono tranquillamente un occhio o tutti e due su questi abusi, quando non li favoriscono direttamente.

truffe-operatori-complici

Spesso le compagnie hanno anche accordi diretti con le società di contenuti. In questo caso, l'operatore è responsabile direttamente per i servizi in abbonamento, per mezzo di responsabilità editoriale. Se l'accordo avviene tramite una società terza, è questa ad essere responsabile.

Come difendersi?

Qualche anno fa sarebbe stato sufficiente il comune buon senso. Telefonare o mandare un sms ad un servizio farlocco richiedeva particolare ingenuità o disattenzione da parte della vittima, e spesso il problema era "voglio il contenuto, ma non mi voglio abbonare, come fare?".
Al giorno d'oggi questi "servizi" sono diventati praticamente automatici e non far nulla di pericoloso non è più sufficiente.

Contro i servizi che si basano su sms e numeri telefonici a pagamento, il vecchio sistema di bloccare le numerazioni sospette è ancora valido. Oggi si chiama barring ed interessa tutte le numerazioni delle decine (43, 44, 45...), gli 899, 166 ecc. In questo modo ci si mette al sicuro anche se il cellulare finiscei n mano a familiari, amici, la ragazza o il ragazzo...

Per quanto riguarda i banner, l'unica soluzione è evitare di navigare su siti di cui non si sia assolutamente sicuri, andare a cercare oroscopo, meteo e simili. Informatevi sul giornale se proprio dovete crederci, e giocate soltanto con app sicure e senza pubblicità... O meglio portatevi un bel libro e lasciate stare i giochini, che anche il cervello vi ringrazierà.

leggere-miglior-passatempo

Cosa fare se si viene attaccati comunque?

Nel caso in cui nonostante tutto vi ritrovate con servizi in abbonamento addebitati, anche se essi prevedono la disdetta con "comodi" SMS, non rivolgetevi al "fornitore" del servizio, che chiaramente non è onesto, e non si sa mai che altro potrebbe avere in serbo per voi. Chiamate piuttosto l'operatore e pretendete l'annullamento del servizio e la restituzione del credito rubato, perché gli estremi per la denuncia ci sono tutti. Una buona idea in questo caso potrebbe essere quella di registrare la telefonata.

Tutto questo a maggior ragione se ad essere colpita è una sim dati non abilitata ad effettuare chiamate - come quelle che si trovano solitamente nei tablet. Ad esse si accede solo con difficoltà via web, quindi è ancora più difficile accorgersi del danno prima che arrivi il conto. Inoltre, non essendo la sim abilitata alle chiamate, si pensa subito di non poter chiamare l'operatore - ma non è così. La scheda è dotata comunque di numero e di altri mezzi di identificazione - e se è intestata a noi l'operatore lo sa perfettamente - quindi in qualunque caso è possibile agire tramite il servizio clienti.

I numeri da chiamare per sapere se ci sono servizi in abbonamento a nostro carico sono i seguenti:
Tim - 119
Vodafone - 190
Wind - 155
3 - 408530