Inventarsi un lavoro: 7 consigli utili

Non è una cosa semplice, e richiede tempo e impegno. Tuttavia, dato che ai propri hobby si dedica comunque tempo, perché non trarne anche qualcosa? Non sarebbe bello trasformare il proprio hobby in un lavoro vero e proprio?

Nel tempo libero puoi rispondere ai sondaggi online per mettere da parte qualcosa un po' alla volta senza sforzo, ma se cerchi un lavoro che prenda più tempo e garantisca un po' più di guadagno, continua a leggere.

1. Scegli qualcosa che ti piace

È chiaro che se si fa qualcosa che piace si riesce anche meglio. Chiunque, con tempo e dedizione può studiare e imparare i migliori trucchi del mestiere, ma chi ama davvero ciò che fa può trovarli da sé. Molti interessi permettono di essere sfruttati per guadagnare qualcosa in più o diventare un vero e proprio lavoro.

inventarsi-lavoro-nail-artist

Con la giusta passione e inventiva, potresti riuscirci anche se ciò che ami di più è passare il tempo a guardare la televisione! Non può trattarsi di un interesse passeggero, naturalmente: se vuoi lavorare in un certo settore non puoi odiarlo dopo un paio di mesi.

Se ami gli animali, diventa pet sitter. Se ti piace cucinare, puoi fare la cuoca a domicilio. Se conosci delle lingue straniere, prova a tradurre per lavoro. Se ami fare shopping, proponiti come personal shopper. Le possibilità sono infinite.

2. Ritagliati del tempo

Sembra scontato che, per riuscire, occorra dedicare molto tempo a qualunque attività ci si dedichi. Non sempre si è disposti a fare sacrifici dal punto di vista sociale. La prima cosa che si può fare per liberare tempo, invece, è uscire di meno.

inventarsi-lavoro-night-club

A parte il dispendio di soldi, il tempo impiegato in attività inutili può essere dedicato al tuo hobby. Esci una volta ogni tanto (così ti godrai anche di più le uscite!) e soprattutto non fare tardi ogni volta. Il tempo e le risorse che servono per riprendersi sono per definizione buttati dalla finestra. Stacca il cellulare e inventa una scusa una volta di più.

Prova a sfruttare i tempi morti. Se viaggi spesso coi mezzi pubblici, potresti usare del tempo per studiare. Puoi dedicarti al tuoi hobby un'ora dopo cena, oppure al posto di metà del tempo che passi davanti alla televisione.

3. Diventa esperto

Il primo segreto per guadagnare qualcosa da un hobby è diventarne un esperto. Se non lo sei già per conto tuo (ma anche se pensi di esserlo), studia di più e informati sugli aspetti avanzati della tua passione.

Molto spesso è semplice trovare su internet materiale per imparare e raggiungere un livello avanzato. Altre volte è necessario procurarsi dei libri o video specialistici, o seguire dei corsi. Non lasciarti spaventare, e non sottovalutare quanto puoi imparare da uno workshop sul tuo hobby preferito.

Leggi più che puoi, fai pratica, e impegnati sempre per fornire un servizio di qualità, così che una volta a contatto coi clienti siano loro stessi a parlare ad altri della tua professionalità.

4. Impara l'inglese

Forse il consiglio più ripetuto, eppure quello meno spesso ascoltato: impara l'inglese! Quello vero, non quello che si studia a scuola - letteratura mandata a memoria e due chiacchiere sull'autore morto suicida ispirato dalle sue stesse poesie.

inventarsi-lavoro-inglese

Probabilmente non intraprenderai un'attività internazionale (ma chi può dirlo?), ma l'inglese è essenziale comunicare, e soprattutto leggere. In Italia è drammaticamente poco diffuso, mentre i giovani di molti paesi europei hanno l'inglese come vera seconda lingua da poter usare liberamente per conoscere coetanei di tutto il mondo.

Un altro motivo per imparare l'inglese è l'incredibile vantaggio di poterlo usare per diventare un asso nel tuo hobby. La rete è piena di materiale (guide, libri, video) in inglese, molto di più rispetto a quello solo in italiano. Infine, informarsi sulla propria attività in altri paesi può aiutare a "prendere le misure" e orientarsi nelle proprie scelte in Italia.

5. Non trascurare gli accessori

Uno dei principali svantaggi di iniziare a guadagnare con un hobby è che si lavora un paio d'ore alla volta. Una commissione oggi, una domani, si è ben lontani dalle arcane 35 ore a settimana. Il ritmo di lavoro può essere un problema sia in termini di tempi morti che di minori guadagni, per cui è difficile vivere dei soli proventi di un hobby.

È importante quindi, una volta impostata, non pensare alla propria attività come a un qualcosa di cristallizzato e limitante, e non trascurare la possibilità di espanderla. Se fai il dog sitter, scrivi dei manuali con i tuoi migliori consigli. Se disegni, vendi t-shirt con le tue creazioni. Se cucini, pubblica un libro con le tue ricette più richieste.

inventarsi-lavoro-t-shirt

Nulla impedisce che, inventato il tuo lavoro una volta, tu non possa reinventarlo ancora e ancora espandendoti in modo sempre nuovo.

6. Crea il tuo sito

A prescindere dall'attività che svolgi, creare un sito ti permette di farti conoscere molto più che solo di persona. È un ottimo modo di espandere la propria attività, e anche se non vendi, puoi pubblicizzare quello che fai e mostrarlo per immagini per tutti coloro che condividono i tuoi interessi.

Tieni il sito vivo e aggiornato: un sito visibilmente abbandonato e con poche informazioni vale poco più di un biglietto da visita. Puoi inserire una sezione news o un blog per condividere le novità del settore, o i tuoi ultimi lavori.

Evita di ricorrere ai servizi che ti permettono di creare siti gratuitamente, perché non trasmettono serietà. Registra un tuo dominio (scegliendone il nome con cura!) e realizza anche una versione in inglese. In questo modo non soltanto sarai raggiungibile all'estero, ma potranno trovarti anche potenziali clienti stranieri.

7. Mettici la faccia

Puoi non usare nome e cognome nel nome del sito, soprattutto se trovi non suoni bene come indirizzo, ma fai in modo che chi visita il tuo sito possa identificarti. Non solo nel senso (ovvio) di rendere pubbliche le informazioni per contattarti, ma proprio nel senso di metterci la faccia.

inventarsi-lavoro-sito-web

Mostrarsi apertamente è un ottimo segno di serietà e affidabilità, e un ottimo modo di pubblicizzare la tua attività. Chi è alla ricerca di un servizio non ha solo testo e un portale con cui comunicare, ma si rende conto che dall'altro lato c'è una persona. Chi resta soddisfatto del tuo lavoro può farti pubblicità molto più facilmente se può indicarti per nome.

Se cucini, pubblica le tue foto ai fornelli oltre alle tue creazioni. Se desideri diventare personal shopper, la tua immagine sul sito fa la differenza. Se scrivi un blog, ricorda però di restare in tema: anche se l'attività è tua, chi visita il tuo sito si aspetta di trovarvi informazioni sul vostro hobby in comune, non sulle tue vacanze. Se invece hanno attinenza con la tua attività, pubblica pure tutte le tue esperienze.